General Contractor

cosa fa un general contractor

GENERAL CONTRACTOR

Rivoluzione digitale negli spazi aziendali

General Contractor: rivoluzione digitale negli spazi aziendali.

È in atto la “rivoluzione digitale degli spazi”. Sempre più aziende hanno la necessità di rinnovare i propri uffici per adeguarli alle nuove forme organizzative e per offrire ambienti che possano attrarre le nuove generazioni di talenti. In questo processo il General Contractor è al loro fianco.

Smart working, rivoluzione digitale e riassetti aziendali portano sempre più aziende a ristrutturare (o meglio rivoluzionare) i propri spazi e uffici, siano essi tecnici o commerciali:

Indice

La sfida del cambiamento/rinnovamento non è semplice: per questo motivo sempre più aziende  si stanno rivolgendo a società specializzate che possano aiutarli ad ottimizzare gli spazi interni, fornendo allo stesso tempo consulenza a 360 gradi. Queste Imprese, si chiamano, General Contractor o, in italiano, Appaltatori Generali.

Ma cosa fa un General Contractor?

Come già suggerisce il nome, il General Contractor è una figura strategica nel mercato edilizio italiano, in quanto semplifica l’iter (normativo, tecnico e gestionale) quando si tratta di costruzioni. È una figura che affianca il cliente per aiutarlo a snellire e accelerare i tempi di realizzazione delle opere, specialmente quelle complesse. Il General Contractor si interfaccia alla parte progettuale e segue direttamente la vera e propria realizzazione dell’opera.

A titolo esemplificativo ecco alcuni dei servizi di un General Contractor:

I benefici di questi servizi?!

Ora che è stato definito il perimetro di professionalità e dei servizi sorgerà spontanea, un’ultima domanda:

Come si sceglie un General Contractor?

Anche qui la scelta non è semplice ma cercheremo di indicare i principi alla base della scelta:

1. Serietà ed esperienza: bisogna partire sempre dalla storicità e dalla credibilità di un’Impresa e dai valori delle persone che vi fanno parte.

2. valutare i progetti: i progetti eseguiti dall’Impresa sono il miglior biglietto da visita; ricercando, anche sul web, si troveranno moltissimi esempi di opere eseguite e si dovranno valutare in termini di qualità e di “stile”; 

3. oggi più che mai, poi, bisognerà prediligere progetti “freschi” e all’avanguardia, garanzia di qualità e durabilità nel tempo. 

4. scegliere un approccio innovativo: parlando di “rivoluzione digitale” bisognerà affidarsi una figura con grande esperienza per quanto riguarda l’aspetto dell’ impiantistica. Le infrastrutture IT, elettriche ed elettroniche sono infatti sempre più complesse e cruciali nel sistema aziendale. Fate particolare attenzione a questo aspetto.

Trattandosi poi di progetti complessi, ultimo ma non ultimo, la valutazione dovrà passare attraverso una fase di dialogo e confronto personale; perché dobbiamo ricordare che, la rivoluzione  in atto è frutto anziutto della necessità, sempre più impellente, di miglioramento della qualità di vita del lavoratore. 

La riorganizzazione delle aziende e degli spazi, i progetti, spogliati della tecnica e della complessità, sono creati dalle persone per le persone.

Alcune delle nostre realizzazioni

Fara Milano

luxury apartment via fara

Milano – Italia

Fara Milano

Tradizione milanese 4.0

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Spazi tradizionali e comfort 4.0 possono convivere sotto lo stesso tetto? In un trilocale sito nel cuore di Milano la ricetta segreta per la loro armonia.

via fara interventi fitout

Classicismo e contemporaneità. È il binomio che ha tradotto la richiesta della committenza per il suo immobile meneghino: riscoprire le peculiarità della tradizione milanese di inizio Novecento. Lo sfondo? Un bianco distintivo che nutre di luce il comfort esclusivo di un design moderno e delle nuove tecnologie, svecchiando e alleggerendo i tratti del passato.

Comodità 4.0

Bticino My Home è il sistema di domotica integrata scelto per l’appartamento: governa ogni aspetto della casa, creando diversi scenari per tutti gli spaccati di vita quotidiana.     

I faretti Flos Find Me si intrecciano con gole di luce e lampadari di design TAIPEI, Atollo design Vico magistretti e Toio Flos in modo armonico e diffuso. La luce è a LED, di definizione calda 3000k. Ogni corpo illuminante, nella complessità del sistema, è studiato per valorizzare l’insieme e, simultaneamente, il dettaglio. 

Il design moderno degli arredi ricontestualizza in chiave contemporanea la tradizionalità del layout e dell’ampiezza degli ambienti.

L’intervento di ristrutturazione ha interessato l’intera unità immobiliare, con rifacimento degli impianti di riscaldamento, idrico, sanitario ed elettrico. Il laterizio delle vecchie pareti interne è stato sostituito dalla nuova tecnologia a secco.

luxury apartment via fara

Ristrutturazione appartamento lusso

… Vs. decorazioni classiche

Cornici e basso rilievi sono stati recuperati ed integrati. 

I decori in rilievo a soffitto, tipici del primo Novecento, semplici e lineari, percorrono tutti gli ambienti.

Il camino in marmo francese del 1700 nel soggiorno e il letto matrimoniale KIRA Villa Salotti nella camera padronale, sono incorniciati da elementi in gesso, accuratamente stuccati e tinteggiati di bianco.

Gli ambienti

Il cuore del trilocale è costituito da un ampio soggiorno con cucina, una deroga alla tradizione che mantiene i due ambienti distinti, con fornitura SieMatic a dimensioni limitate, abbinata ad un locale di servizio. L’ambiente è ampio e luminoso, un rettangolo di 60 mq al quale si accede tramite un ingresso delimitato da una Boiserie che, con ante a scomparsa, nasconde un guardaroba, un bagno di servizio e una lavanderia. 

Al centro del locale, il tavolo di vetro Capitol Complex Cassina, disegnato da Le Corbusier, delimita e unisce la zona soggiorno, valorizzata da un ampio camino in Marmo Calacatta che ne rappresenta il punto focale. Le sedie modello leggera Cassina, ideate da Gio Ponti, si combinano alla perfezione con la scelta della Poltrona Greene by Living Divani e del divano. L’elemento principe della zona cucina, invece, è rappresentato dall’ampia isola centrale con piano in Calacatta, le cui  forme moderne, in contrasto con un ambiente classico e tipico della tradizione milanese, ne esaltano l’eleganza e le forme. Chiosa il concept di arredo dell’ambiente il tavolo basso Alanda design Paolo Piva.

Il corridoio centrale, tipico della tradizione ambrosiana, connette tutti gli ambienti della casa con un parquet spina di pesce ungherese in rovere, arricchito con decorazioni in gesso perimetrali. L’ambiente appare elegante e luminoso grazie al contrasto con le pareti bianche.

 

La casa è dotata di due camere da letto

Una prima ampissima per i bambini, di 24 mq, dimensione atipica per la cultura della casa odierna, che ben si sposa con le consuetudini dell’abitazione tipica milanese del periodo di edificazione. Per lei, è stato scelto lo stile scandinavo, uno stile minimal con arredi lineari in legno naturale color abete e tinte pastello delicate per gli accessori.

La camera matrimoniale  è ubicata in fondo alla casa. È dotata di bagno di servizio e ampia armadiatura fronte letto realizzata su misura per assolvere le richieste della committenza.
I comodini Kartell spezzano armoniosamente il design classico del locale.

Particolare cura e attenzione al dettaglio è stata investita nella progettazione dei servizi igienici, le cui dotazioni sono congeniali all’utilizzo che verrà fatto dello spazio.

Il primo servizio igienico è destinato ai visitatori. Situato all’ingresso dell’unità immobiliare, il suo accesso è velato da una boiserie in legno cannettato. Gli stucchi decorativi Brioni scaldano l’ambiente, rendendolo elegante e raffinato. Il lavabo di Salvatori, misto legno e Travertino, e la rubinetteria da soffitto Fantini color “Metal Gun”, componenti di altissimo design, conferiscono personalità e unicità all’ambiente.

bagno resina

Il secondo servizio igienico, il principale della casa, è molto ampio. La Resina chiara Keracool con cui è finito, rende l’ambiente luminoso nonostante la mancanza di luce naturale. Il sistema di illuminazione è stato concepito con l’intento di raggiungere ogni punto della superficie.

Il bagno è composto da un mobile con lavabo in legno, anch’esso rivestito in resina. Uno specchio lungo 3,5m si ferma a ridosso dei gradini di una grande vasca in muratura rivestita con un mosaico in tessere bicromatiche.

Il servizio igienico padronale è suddiviso in due zone: una prima area lavabo e doccia e una seconda provvista di wc e bidet.

Il bagno è rifinito con stucchi decorativi Brioni. La rubinetteria Fantini nera opaca (modello fontane bianche con finitura gun) caratterizza i tratti della pavimentazione e del lavabo in Travertino Salvatori.

Porte e serramenti

Le porte interne di nuova fornitura, sono state realizzate su misura dal falegname sulla base degli accessi tipici della tradizione milanese. Classiche ed eleganti, laccate bianche, decorate con profili semplici a due ante a battente con imbotte perimetrale lavorato in modo fluido e lineare. Le maniglie in ottone sono state riciclate dalle vecchie porte e fatte lucidare da un artigiano specializzato.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila il form per essere ricontattato dal nostro staff

Previous
Next

ISTITUTO RAFFLES

Fit Out | Opere Civili | Arredi Speciali

#Tag | #School | #Design | #Moda

Previous
Next

COMPAGNIA ASSICURATIVA

Fit Out | Opere Civili | Arredi Speciali

#Purple | #Connection | #Cordusio